Zalando Privé
Super Jet Fibra 160 x 600
Super Jet Fibra 160 x 600
Super Jet Fibra 970 x 45
Yvonne Farrell e Shelley McNamara - Grafton Architects

Yvonne Farrell e Shelley McNamara - Grafton Architects

Note per lavorare in sodalizio, Yvonne Farrell e Shelley McNamara vivono e lavorano a Dublino, dove si sono laureate nel 1974 alla Scuola di Architettura dell'University College dove insegnano dal 1976 e hanno fondato lo studio Grafton Architects nel 1977.

Intervista a Riccardo Dalisi

Riccardo Dalisi, noto internazionalmente per la sua attività di designer e come esponente di rilievo dell'architettura radicale, ha lavorato in modo interessante, per diversi anni, al tema del restauro.

Intervista a Riccardo Dalisi

Riccardo Dalisi

Nato a Potenza nel 1931, vive a Napoli da sempre. Artista e designer di rilievo internazionale.

Riccardo Dalisi

Le spider anni '50 e anni '60

L'automobile fu la naturale evoluzione della carrozza. Le prime automobili erano delle semplici carrozze alle quali furono eliminate le parti che servivano per attaccare i cavalli e aggiunto un piccolo motore a scoppio.

Le spider anni '50 e anni '60
CASE DEDICATE BRUNETTO DE BATTÉ

CASE DEDICATE BRUNETTO DE BATTÉ

Casa come me
Nel mondo non c'è forse abbastanza spazio per costruire tutte le case che Brunetto De Batté disegna nei suoi quaderni per maestri e colleghi, per i molti amici e compagni di strada. Un sogno di carta, prossimo all'utopia di Malaparte,

Vincent Callebaut

Vincent Callebaut

Nato in Belgio nel 1977 è basato in Francia.
Si è laureato a ventitré anni presso l'Institute Victor Horta con una tesi su un progetto parigino «Métamusée des Arts et Civilisations».

Architettura
Design
Transportation Design
Le spider anni '50 e anni '60 di Umberto Panarella

Le spider anni '50 e anni '60

L'automobile fu la naturale evoluzione della carrozza. Le prime automobili erano delle semplici carrozze alle quali furono eliminate le parti che servivano per attaccare i cavalli e aggiunto un piccolo motore a scoppio.Le prime auto erano completamente aperte o al massimo prevedevano, come sulle carrozze, una copertura a mantice. Agli albori, quindi, erano tutte scoperte, anche perché i motori erano poco potenti e perciò nessun costruttore era intenzionato ad appesantirle con una carrozzeria chiusa.

Gallerie