Arte

Luciano Ventrone. PUNTI DI VISTA

Dopo una lunga attesa, torna a esporre in Italia con Punti di Vista l'artista Luciano Ventrone, mostra a cura di Mariano Cipollini. Il lungo percorso espositivo, allestito nel Museo delle Genti d'Abruzzo di Pescara, aprirà le porte il prossimo 21 gennaio e sarà visitabile fino al 26 marzo 2017.
L'esposizione, promossa dall'Associazione Archivi Ventrone, si avvarrà di un nutrito e importante numero di opere provenienti sia dalla raccolta del maestro sia da collezioni private e pubbliche. La mostra si avvale del patrocinio della Regione Abruzzo, la quale sarà presente con una tela tra le più rappresentative del pittore.
Per la prima volta tutte le tredici sale espositive del Museo sono state messe a disposizione di un solo artista.

Luciano Ventrone, L'enigma del tempo, olio su tela di lino, 50x70 cm, 2009-2010

Luciano Ventrone, L'enigma del tempo, olio su tela di lino, 50x70 cm, 2009-2010

Nell'intento di creare un movimento sinergico tra i reperti presenti nella collezione permanente e l'incontro con i lavori di Ventrone, la mostra traccia un percorso espositivo particolarmente strutturato, una nuova concezione d'iter all'insegna della contemporaneità. Tutto mirato a riattualizzare le letture storico - antropologiche del complesso espositivo passando attraverso una narrazione "atemporale, ammaliatrice e ingannevole" che Ventrone fa della realtà. Attualizzazione ardita e intelligente, voluta sia dal direttore della struttura museale, Ermanno De Pompeis, quanto dal suo presidente Roberto Marzetti.

Luciano Ventrone, ST, olio su masonite, 45x70 cm, 1965

Luciano Ventrone, ST, olio su masonite, 45x70 cm, 1965

Punti di Vista non si presenta solo come una rilettura filologica delle nature morte del maestro, ma è protesa a riconsiderare e rivedere alcuni aspetti fondamentali che fanno di Ventrone un artista delle avanguardie. I lavori dell'ultimo ventennio sono messi in relazione con le sperimentazioni che l'hanno formato, dai primi anni sessanta, per circa un quindicennio, sotto la guida iniziale di G. Capogrossi.
Secondo quanto scritto dal curatore Mariano Cipollini: "Non si può pensare che Luciano Ventrone non sia espressione di quell'avanguardia artistica che, prescinde dall'utilizzo di qual si voglia forma, anche se nel suo caso è innegabile il peso del risultato estetico e percettivo, peso che, come ho già detto, non ne compromette la matrice concettuale che gli appartiene. Matrice che, pur contraddicendosi nel passare attraverso i canonici riferimenti riconducibili a forme artistiche giudicabili e comprensibili, ne manifesta altresì contenuti e concetti che si ristrutturano ex novo attraverso una significazione che, nel suo caso, se non passasse attraverso le nature morte, sarebbe difficilmente esprimibile" .
Mostra dalle molteplici sfaccettature, Punti di Vista ci svela un Ventrone maturo e complesso, stimolato dall'ambiente che lo accoglie a relazionarsi in uno spazio dove il manufatto esposto è parte in causa anche del suo narrato: " I suoi lavori, veri e propri "oggetti semiotici", oltre a fornirci nozioni teoriche collaudate, trasformano una nuova intuitiva descrizione in una vera interpretazione." (Mariano Cipollini)

Luciano Ventrone. PUNTI DI VISTA
21 gennaio – 26 marzo 2017
Museo delle Genti d'Abruzzo, Pescara
Vernissage 21 gennaio ore 18
5 gennaio 2017
© archimagazine