Architettura

Ettore Sottsass. Metafore

Brescia - Galleria Massimo Minini
Dal 26 novembre al 20 gennaio 2006

La Galleria Massimo Minini è lieta di presentare Metafore, una serie di cinquanta fotografie scattate tra il 1972 e il 1978 durante i lunghi viaggi di Ettore Sottsass in Europa, negli Stati Uniti e in Medio Oriente.
Cinque sono i gruppi in cui il progetto si suddivide: Disegni per i destini dell'uomo, Disegni per i diritti dell'uomo, Disegni per le necessità degli animali, Fidanzati e Decorazioni. Il tema centrale è in tutti l'architettura: l'artista progetta architetture naturali, assemblando sassi, scatole, legno, spago, nastro per poi fotografare il risultato e commentarlo, con uno stile ironico e poetico al tempo stesso. Anche in questi lavori, come in quelli di architettura e design, la relazione uomo-spazio risulta focale nella riflessione di Sottsass, in particolare la relazione tra l'ambiente e chi lo occupa nella quotidianità. Questo rapporto e il desiderio dell'artista di conoscere, di scoprire e di spostarsi in continuazione, viene da lui stesso così riassunto:
"Sentivo una grande necessità di visitare luoghi deserti, montagne, di ristabilire un rapporto fisico con il cosmo, unico ambiente reale, proprio perché non è misurabile, né prevedibile, né controllabile, né conoscibile... mi pareva che se si voleva riconquistare qualche cosa bisognasse cominciare a riconquistare i gesti microscopici, le azioni elementari, il senso della propria posizione."

Fidanzati. La mia fidanzata saluta l'architettura, Grecia 1978

Ettore Sottsass
Metafore n. 35
Fidanzati. La mia fidanzata saluta l'architettura, Grecia 1978
Gelatin silver print, 30 x 40 cm

Disegni per le necessitÓ degli animali

Ettore Sottsass
Metafore n. 28
Disegni per le necessità degli animali
Disegno di un aeroporto per millepiedi, Alpi Val Badia 1976
Gelatin silver print, 30 x 40 cm

Nato a Innsbruck nel 1917, Ettore Sottsass si è accostato all'architettura seguendo le orme del padre. In sessant'anni di attività è stato architetto, designer, urbanista, pittore, fotografo, avvicinandosi al razionalismo, al movimento arte concreta, allo spazialismo e al pop; nel 1981 è fondatore del gruppo Memphis.
Tra le principali mostre a lui dedicate quella nel 1976 alla Biennale di Venezia e nel 1994 al Centre Pompidou di Parigi.

Il mio fidanzato non dorme mai a casa, Lipari 1977

Ettore Sottsass
Metafore n. 38
Fidanzati. Il mio fidanzato non dorme mai a casa, Lipari 1977
Gelatin silver print, 30 x 40 cm

Le fotografie sono pubblicate in 'Ettore Sottsass - Fotografie', a cura di Achille Bonito Oliva, Photology, 2004 e in 'Ettore Sottsass, Metafore', a cura di Milco Carboni e Barbara Radice, Skira editore, Milano 2002.

Articoli correlati:
La biografia di Ettore Sottsass
Le immagini dei progetti di Ettore Sottsass
Il Design in lutto: muore, a 90 anni, Ettore Sottsass
Conversazione con Ettore Sottsass di Davide Vargas
Ettore Sottsass. Metafore
Vorrei sapere perché. Una mostra su Ettore Sottsass
Il design Cartier visto da Ettore Sottsass
Ettore Sottsass. 20 argenti grandi
Ettore Sottsass. Se la forma segue l'emozione di Nicola Angerame